Supplenze: procedura on line dal 2 al 16 agosto – In arrivo la circolare

La UIL Scuola rivendica garanzie sulle nomine: basta operazioni pasticciate. Servono più turni di nomina, anche in presenza, tempi più distesi e trasparenza nelle operazioni.

La bozza della circolare sulle supplenze per il personale docente, educativo e ATA  per l’anno scolastico 2022/2023 prevede:

  • per i docenti: modalità e tempistiche sulla procedura straordinaria di assunzione con contratto a tempo determinato finalizzato al ruolo per gli aspiranti inseriti nella I fascia di sostegno delle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) e per gli incarichi sulle supplenze al 31/8 e al 30/6;
  • per il personale docente, di religione cattolica, educativo ed ATA: disposizioni generali in materia di supplenze nonché disposizioni comuni in termini di proroga o conferma degli incarichi e altre specifiche disposizioni.

Docenti: Procedura straordinaria – Incarichi a tempo determinato al 31/8 finalizzati alla immissione in ruolo su posto di sostegno

Chi partecipa

Partecipano i docenti inseriti nelle GPS di I fascia su posto di sostegno (sono compresi tutti coloro che hanno sciolto positivamente la riserva entro il 20 luglio in relazione al possesso del titolo di sostegno).

Modalità

La procedura è esclusivamente online a partire, secondo quanto è contenuto nella bozza della circolare, dalle ore 9 del 2 agosto fino alle ore 14 del 16 agosto. L’istanza può ovviamente essere presentata nella sola provincia in cui gli aspiranti risultino iscritti nelle relative GPS di I fascia per i posti di sostegno.

Sanzioni

  • La mancata presentazione dell’istanza comporta la rinuncia alla partecipazione alla procedura.
  • La mancata indicazione di talune sedi è intesa quale rinuncia per le sedi non espresse.
  • La rinuncia all’incarico preclude il rifacimento delle operazioni.
  • In caso di rinuncia, resta salva la possibilità di partecipazione alle successive procedure di conferimento delle nomine a tempo determinato, qualora la rinuncia stessa pervenga entro il termine indicato dall’ufficio territorialmente competente.
  • La mancata assegnazione dell’incarico per le sedi richieste consente la partecipazione alle successive procedure di conferimento delle nomine a tempo determinato.

Docenti di ruolo

Possono partecipare alla procedura anche i docenti già di ruolo o che sono stati destinatari di proposta in ruolo per l’anno scolastico 2022/2023.
È possibile altresì ricorrere all’art. 36 del CCNL 2006/09 (ovvero la possibilità di accettare una supplenza, nonostante la posizione di docente a temp20o indeterminato, su altra classe di concorso o ordine di scuola diversi).


Assegnazioni supplenze al 31/8 e al 30/6 (compresi gli spezzoni pari o superiori alle 7 ore)

Chi partecipa

Partecipano i docenti inseriti nelle GAE e nelle GPS di I e II fascia su posto comune e di sostegno.

Modalità

Sempre dal 2 al 16 agosto ci sarà la procedura online per gli incarichi di supplenza al 31/8 e 30/6 sui posti comuni e di sostegno.

Docenti di ruolo

Possono partecipare alla procedura anche i docenti già di ruolo o che sono stati destinatari di proposta in ruolo per l’anno scolastico 2022/2023.
È possibile altresì ricorrere all’art. 36 del CCNL 2006/09 (ovvero la possibilità di accettare una supplenza, nonostante la posizione di docente a tempo indeterminato, su altra classe di concorso o ordine di scuola diversi).

Attenzione

L’assegnazione di entrambi gli incarichi, quella sui posti di sostegno finalizzati al ruolo (GPS I fascia) e quella degli incarichi annuali (31/8-30/6), si effettua congiuntamente ovvero con un’unica procedura (per cui chi parteciperà per entrambe le procedure lo farà con un’unica domanda online) anche se il sistema elaborerà le operazioni in due momenti distinti: prima quelle relativi agli incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS sostegno; successivamente quelli relativi agli incarichi di supplenza (prima dalle GAE e, in subordine, dalle GPS di I e II fascia).


Posizione della UIL Scuola

Questione procedura straordinaria GPS I fascia sostegno

La UIL Scuola ha in premessa ribadito la propria posizione politica sull’argomento, già ampiamente esplicitata negli incontri precedenti: le assunzioni finalizzate al ruolo sui posti di sostegno, con tratti sia pure positivi, non sono state sufficienti lo scorso anno scolastico, al fine di sanare la piaga del precariato, e non saranno risolutive neanche per il prossimo anno scolastico. Si continua infatti ad escludere totalmente sia i docenti abilitati di I fascia di posto comune/classe di concorso, sia i docenti non abilitati che vantano almeno i 3 anni di servizio, sia su posto comune che di sostegno. Per la UIL Scuola anche il prossimo anno scolastico non ci saranno le condizioni per coprire tutti i posti disponibili per i docenti mentre gli stessi, che sono utili per svolgere le supplenze, per garantire ai nostri studenti, il sacrosanto diritto allo studio, sono per l’amministrazione utili a fare funzionare le scuole, non lo sono poi abbastanza per essere assunti in pianta stabile.

Questione tempistica

Per ciò riguarda invece i tempi, per la UIL Scuola mettere in campo una procedura così complessa dal 2 al 16 agosto non garantirà in nessun modo una scelta consapevole per gli aspiranti rispetto alle disponibilità, ma, cosa ancora più grave, con molta probabilità per quella data non saranno disponibili tutte le graduatorie delle GPS in maniera definitiva. Si assisterà, quindi, all’ennesimo balletto di supplenti per tutto il mese di settembre e non solo.
Per tali motivi la UIL Scuola ha chiesto tempi più distesi e che arrivino anche oltre il 25 di agosto. Non ci sono infatti motivazioni oggettive per cui la procedura debba concludersi entro il 16 agosto. Su questo punto l’Amministrazione non ha dato margini di disponibilità nel voler posticipare le procedure.

Questioni tecniche e contenuti della circolare

Entrando invece nel merito delle questioni tecniche e della circolare, la UIL Scuola:
– ha ribadito che non è più disposta ad accettare ciò che è accaduto lo scorso anno: GPS piene di errori, incarichi revocati in corso d’anno e una procedura online per i docenti assunti dalla I fascia GPS che si è sovrapposta a quella per gli incarichi annuali.
Ripetere le procedure dell’anno scorso sanzionate, più e più volte, dalla Magistratura, non è indice di ragionevolezza e responsabilità.
Su questo punto, in fase di incontro con il gestore, la UIL Scuola elencherà anche tutte le problematiche tecniche che in merito alla questione delle precedenze, delle riserve e ad altre questioni, che vanno necessariamente risolte dopo l’esperienza infelice dello scorso anno scolastico.

Ha inoltre ribadito che serve implementare il percorso digitale con quello classico della convocazione in presenza che nelle fasi successive alla prima eviterebbe la caterva di errori ed omissioni che si sono tradotti in diritti ignorati e in un notevole contenzioso che ha visto l’Amministrazione soccombente.
Su quest’ultimo punto l’Amministrazione si è resa disponibile ad affrontare la questione nel caso in cui in alcune regioni si dovesse verificare la necessità di più turni di nomina.
– ha chiesto che nella circolare, nella parte relativa alle ore di programmazione della scuola primaria, siano  compresi i docenti di religione cattolica nella scuola primaria, incaricati su spezzoni o a tempo indeterminato su part time; che sia chiarito che il docente che arriva con contratto al termine delle lezioni ha diritto ad un contratto di proroga per gli scrutini; che gli effetti sanzionatori di una rinuncia ad una supplenza per graduatorie fino ai 10 giorni (infanzia e primaria) non abbiano poi ripercussioni su supplenze superiori ai 10 giorni nella stessa scuola.
Anche su questi punti l’Amministrazione si è resa disponibile a valutare le richieste.

Per la UIL Scuola hanno partecipato Paolo Pizzo e Pasquale Raimondo. Per l’Amministrazione erano presenti il dott. Serra e il dott. Volonté.

Print Friendly, PDF & Email