Personale ATA, UIL Scuola Como denuncia: ‘Con questi numeri, a rischio l’apertura’

Collaboratori scolastici, assistenti tecnici, assistenti amministrativi: ‘Con questi numeri, a rischio l’apertura della scuola’.

La Federazione UIL Scuola Rua di Como attacca il Ministero: “I contratti delle supplenze ATA sono scaduti a giugno e l’organico Covid non è stato rinnovato”. “Questi numeri, sulla carta, non garantiscono l’apertura delle scuole”. L’allarme arriva dalla Federazione UIL Scuola Rua di Como a poco più di un mese dall’inizio dell’anno scolastico.

Riguarda il personale ATA, cioè amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici. A differenza di quel che si pensa la scuola è aperta anche d’estate, col personale in servizio che deve preparare tutto per l’anno prossimo. Ma i contratti delle supplenze annuali sono scaduti il 10 o il 30 giugno e l’organico Covid, un aiuto insperato, non è stato rinnovato e così tutta la preparazione è a carico dei dipendenti a tempo determinato con contratti al 31 agosto e ai dipendenti a tempo indeterminato, che sono pochi” spiega il Segretario Generale della Federazione UIL Scuola di Como Gerardo Salvo.

A questo si aggiungono le ferie, per cui in molti hanno finito di lavorare prima della scadenza del contratto, lasciando pratiche di pensione, ricostruzioni di carriera, istanze on-line, identificazione on-line, convocazioni supplenti on-line con graduatorie riprodotte molteplici volte, iscrizioni on-line, pagamento supplenze brevi, pulizie straordinarie, cambio arredi e manutenzione dei laboratori a chi è rimasto in servizio.

“Sul personale ATA c’è l’idea che ce ne sia anche troppo e, per questo motivo, queste figure rimangono sempre relegate nel dimenticatoio o in secondo piano. Anche se tutto il personale ATA vive situazioni di pressione insostenibile: aumento dei carichi di lavoro, turni iper flessibili e orario di lavoro spezzato, ore di straordinario assegnate d’ufficio (che saranno pagate solo in parte per l’esiguità del Fondo d’Istituto), il senso del dovere permette che il lavoro sia sempre portato avanti anche se con notevoli sacrifici.
La scuola ha bisogno di risposte e per questo motivo, la Federazione UIL Scuola Rua di Como si batterà con tutti i mezzi a disposizione perché venga aumentato l’organico per tutte le figure sopracitate.

Print Friendly, PDF & Email