Mobilità/UIL: l’abolizione dei vincoli è il presupposto per il raggiungimento dell’accordo

Contratto di mobilità personale docente, educativo e ATA: settimo incontro.

Mercoledì 14 dicembre è proseguita la trattativa tra i sindacati scuola e il Ministero per il rinnovo del contratto integrativo sulla mobilità del personale docente, educativo e ATA in ottemperanza dell’ordinanza n. 69476/2022 dell’11 luglio 2022 che ha condannato l’amministrazione per attività antisindacale.

Continua la rivendicazione della Federazione UIL Scuola RUA per la modifica sui vincoli, che per l’Amministrazione potrebbe arrivare solo per via legislativa.
La abolizione dei vincoli resta comunque per la UIL il presupposto necessario per una eventuale firma dell’accordo.

L’incontro ha poi visto la prosecuzione del confronto sulla precedenza della Legge 104/92 dopo la modifica introdotta dal Decreto legislativo 105/22, che estende la possibilità di usufruire contemporaneamente a più familiari i permessi mensili di assistenza, arrivando ad una prima formulazione di un nuovo art.13 punto IV del CCNI Mobilità, che dovrà essere confermata nel prossimo incontro.

L’analisi si è poi spostata sull’esclusione dalla graduatoria interna d’istituto in caso di godimento della precedenza per assistenza della legge 104/92 prevedendo la possibilità di estenderla a tutti i figli che assistono il genitore disabile.

Il confronto continuerà su tutta la materia contrattuale, come richiesto dalla Federazione UIL Scuola Rua, già dal prossimo incontro.
Per l’Amministrazione erano presenti il dott. Versari e il dott. Serra, per la Federazione Uil Scuola Rua Enrico Bianchi.

Print Friendly, PDF & Email