I Dirigenti Scolastici e le scuole soffocate dagli adempimenti burocratici e l’obbligo di trasparenza amministrativa

La scuola o meglio la comunità educante appartenente alla singola istituzione scolastica trova la propria naturale collocazione nell’attività didattica, nello sviluppo e nella crescita degli studenti attraverso il miglioramento dell’offerta formativa.

Accanto alla naturale attività degli istituti scolastici ultimamente si stanno sommando adempimenti amministrativi sempre più impegnativi senza che, contestualmente, agli stessi siano destinate le necessarie risorse umane e finanziarie.

A tal riguardo, è di questi giorni la polemica sollevata dall’Autorità Anticorruzione e Trasparenza (ANAC) che ha richiesto anche alle Istituzioni scolastiche l’applicazione di tutti gli adempimenti connessi con la trasparenza amministrativa pur in assenza di delineati obblighi normativi.

L’invio della griglia di rilevazione direttamente all’Autorità di controllo, in attesa dell’istituzione di un organismo analogo all’Oiv all’interno delle scuole, scelta che la UIL Scuola RUA contesta fermamente, rappresenta solo un ulteriore adempimento burocratico.

Questa situazione complessa vede ancora una volta i Dirigenti Scolastici sottoposti ad una continua “vessazione” amministrativa, senza nessun sostegno da parte del Ministero dell’Istruzione e dai diversi Uffici Scolastici Regionali.

La Scuola deve vivere di scuola e non soffocata dagli adempimenti amministrativi.

Gli Uffici periferici, quelli regionali del Ministero e lo stesso Ministero devono essere in grado di assistere, aiutare e coadiuvare le istituzioni scolastiche nell’assolvere ai corretti adempimenti amministrativi senza lasciarle annegare in un mare di adempimenti sempre più pressanti e carichi di responsabilità.

La UIL Scuola RUA nel ribadire la sua opposizione a richieste non supportate da normative precise e da indicazioni operative chiare, a tal fine ha chiesto, insieme alle altre Organizzazioni Sindacali, un incontro urgente all’ANAC al fine di indicare le corrette modalità di svolgimento di tali verifiche. I dirigenti scolastici non possono essere individuati come controllori di se stessi.

Nello stesso incontro chiederemo quali siano gli oneri e le responsabilità in capo ai dirigenti scolastici.

Print Friendly, PDF & Email