Documento dell’Esecutivo nazionale della UIL sul 25 aprile

La liberazione dal nazifascismo avvenuta grazie alla lotta dei partigiani italiani e delle forze alleate è una delle pagine più belle del nostro Paese. Per la UIL la festa del 25 aprile incarna i valori della libertà e della democrazia che vanno costantemente difesi e vivificati. Quest’anno festeggiamo il 25 aprile in una situazione drammatica per l’Europa.

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia è un fatto inaudito contro l’autodeterminazione dei popoli e rappresenta un atto di guerra inaccettabile. La UIL, fin dal primo minuto dell’invasione, è stata al fianco del popolo ucraino. La federazione russa si sta macchiando di odiosi crimini di guerra nei confronti della popolazione civile, in particolare su donne e bambini, per i quali dovrà rispondere. L’Italia, l’Europa e tutto l’Occidente devono incrementare gli aiuti all’Ucraina con ogni mezzo, sostenendo attivamente la resistenza del popolo ucraino.

La lotta che gli ucraini stanno combattendo, infatti, ricorda da vicino la resistenza italiana contro il nazifascismo. Bisogna contemporaneamente fare ogni sforzo per accogliere le migliaia di profughi, che sono prevalentemente bambini e donne, e praticare concretamente la solidarietà. Con questi principi la UIL parteciperà alle celebrazioni del 25 aprile che si terranno su tutto il territorio nazionale. Perché il 25 aprile è e sempre sarà la nostra festa per la libertà e la democrazia.

Print Friendly, PDF & Email